Condividi:

DIODATO VINCE IL 70’ FESTIVAL DI SANREMO…E FA RUMORE

“Ed ero contentissimo ma non te l’ho mai detto e dentro urlavo Dio ancora, ancora, ancora”

Diodato vince il 70’ Festival della canzone italiana di Sanremo e sulle note di Fai rumore si chiude un cerchio che mi ha fatto vivere per cinque notti magiche, almeno virtualmente, le emozioni della sala stampa “Lucio Dalla”. Ringrazio i miei colleghi, in particolare Mike e Caterina. Sono stati fantastici compagni di viaggio. E soprattutto ringrazio Radio 1088 che ha affidato alla mia penna il compito di raccontare questo #Sanremo2020. Tolgo quaderni, penne, plaid, popcorn, “case, libri, auto, viaggi, fogli di giornale” dal divano di Radio 1088 ed è subito nostalgia canaglia. Mi mancherà Sanremo, fare le quattro e mezza del mattino, rischiare ogni sera di guardare l’alba insieme ad Amadeus. Mi mancheranno i pagelloni, i riassuntoni e i due co***oni quando a mezzanotte dovevano ancora esibirsi metà dei big in gara. Dopo cinque notti bianche la stanchezza inizia a bussare alla porta ma io, dentro, urlo “ancora, ancora, ancora”.

Adesso, però, lasciamo spazio alla musica!

Diodato si classifica sul gradino più alto del podio. Al secondo posto troviamo Francesco Gabbani, il più votato al televoto, con la sua Viceversa. E sul gradino più basso i Pinguini Tattici Nucleari con la loro Ringo Starr. Un podio tanto annunciato ed una vittoria stra-meritata. Diodato è delicatezza, eleganza ma soprattutto sincerità…insomma, un artista “pulito”. Il suo è un volo struggente che si colora di un blu oltremare e che lo porta a vincere sia il premio della critica “Mia Martini” assegnato dalla sala stampa Ariston Roof sia il premio “Lucio Dalla” assegnato dalla sala stampa del Palafiori. Quello di Diodato è stato un percorso silenzioso, un successo costruito giorno dopo giorno. Ed ora non ci resta che aspettare il 16 maggio, quando il cantante tarantino rappresenterà l’Italia sul palco dell’Eurovision Song Contest a Rotterdam, in Olanda. Che il lupo corra al tuo fianco Antonio!

PREMI #SANREMO2020

Il premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo è stato assegnato a Rancore.

Tosca si è aggiudicata, invece, il premio “Giancarlo Bigazzi” per la miglior composizione musicale, assegnato dai maestri dell’orchestra.

Francesco Gabbani ha vinto, infine, il premio Tim Music per la canzone più ascoltata in streaming con “Viceversa”.

DIODATO, FAI RUMORE: TESTO

Sai che cosa penso,

Che non dovrei pensare,

Che se poi penso sono un animale

E se ti penso tu sei un’anima,

Ma forse è questo temporale

Che mi porta da te,

E lo so non dovrei farmi trovare

Senza un ombrello anche se

Ho capito che

Per quanto io fugga

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale

Tra me e te.

E me ne vado in giro senza parlare,

Senza un posto a cui arrivare,

Consumo le mie scarpe

E forse le mie scarpe

Sanno bene dove andare,

Che mi ritrovo negli stessi posti,

Proprio quei posti che dovevo evitare,

E faccio finta di non ricordare,

E faccio finta di dimenticare,

Ma capisco che,

Per quanto io fugga,

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale tra me e te.

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale,

E non ne voglio fare a meno oramai

Di quel bellissimo rumore che fai.

Ed ora, dal divano di Radio 1088 è tutto! La linea torna in cabina…