Condividi:

10 giugno 2019, ore 00.30: “Repubblica delle idee” chiude i battenti sulle note di “Should I Stay or Should I Go” dei The Clash. Piazza Maggiore diventa così per qualche minuto una grande pista da ballo.
La chiusura della festa annuale di Repubblica è affidata a Ernesto Assante e Gino Castaldo che prendono per mano il loro pubblico e lo conducono tra i vicoli della musica dei Queen. Dinamica, interattiva, coinvolgente: così potremmo definire la loro lezione di rock . Sì, proprio una lezione di rock perché, in fondo, da due giornalisti del loro calibro non c’è che da imparare. Entrambi, infatti, potrebbero stare ore ed ore a raccontare di musica.

queen

Il viaggio alla riscoperta della musica dei Queen inizia, così, sulle note di “I Want to Break Free”.

Il 2019 è stato il loro anno. “Bohemian Rhapsody” – pellicola uscita nelle sale cinematografiche nel novembre del 2018 – ha, infatti, conquistato in poco più di sei mesi ben 4 Premi Oscar ripercorrendo i primi quindici anni della band, dalla nascita nel 1970 fino al concerto Live Aid del 1985.

Fin dall’inizio i Queen erano una singolarità. Ernesto Assante e Gino Castaldo ne ripercorrono la storia in maniera inedita partendo proprio dalla musica e dai testi senza, però, tralasciare la cornice culturale entro la quale crearono la loro personalissima opera d’arte.

Immersi in un mondo in cui il rock era totalmente governato dal progressive, dal glam rock e dal jazz jock, i Queen furono capaci di compiere un’opera di sintesi che gli permise di creare qualcosa di estremamente particolare ed unico. L’idea geniale che Freddie Mercury portava avanti e che nessuno fino a quel momento aveva ancora messo per bene in scena era quella di mettere insieme l’opera ed il rock.

Assante e Castaldo stupiscono per le loro doti di affabulatori; saprebbero rendere interessante anche una banale lista della spesa.  Una grande cultura musicale alle spalle e soprattutto un grande desiderio di condivisione caratterizzano questi due grandi uomini che hanno scritto una nuova pagina nella storia del giornalismo e della critica musicale. Capaci di suscitare l’interesse del loro pubblico, ironici e autoironici, Ernesto Assante e Gino Castaldo non si accontentano di raccontare una semplice storia. Al centro del loro narrare troviamo la musica, la creatività, la folle genialità di Freddie Mercury.

Ma il vero protagonista di questo ultimo appuntamento di “Repubblica delle Idee” è il pubblico che questi due Peter Pan del giornalismo, almeno così appaiono agli occhi della loro gente, riescono a coinvolgere in un karaoke a dir poco sorprendente sulle note di “We are the champion”.

I secondi diventano minuti, ed i minuti diventano ore senza che se ne abbia la minima percezione. Si dice che il tempo corra veloce solo quando si è in buona compagnia e ci si sente al posto giusto ed è questo forse il piccolo grande miracolo della musica.

 

(torna alla Home)