Condividi:

INNER PODCAST

La pubblicità, lo sappiamo bene, è parte integrante della nostra vita, purtroppo o per fortuna. Siamo surclassati da ogni possibile e immaginabile metodo di accaparramento di consumatori, alcuni anche molto fastidiosi, dagli spam sulle e-mail ai cartelloni pubblicitari che infestano le grandi città. C’è però un altro modo per fare marketing, un modo sicuramente non neonato ma che fino a qualche anno fa non era ancora del tutto preso in considerazione, almeno in Italia: lo storytelling. Cercare di vendere un prodotto non vendendo il prodotto bensì trasmettendo, attraverso una storia, i valori positivi del brand al fine di creare un forte legame emotivo col pubblico.

Il podcast si presta benissimo a questo compito. Già molti marchi famosissimi utilizzano questo mezzo a tale scopo (McDonalds, MasterCard, E-Bay, Tinder), un filone inaugurato da General Electric con The Message, un podcast narrativo in cui un team di esperti deve decodificare un messaggio arrivato dallo spazio. E notate bene, la G.E. di certo non si occupa della vendita di shuttle o di antenne paraboliche stile film Contact. Tuttavia attraverso quel contenuto ha trasmesso i valori della propria mission: coraggio, visione, innovazione.

In Italia si occupa di questo la startup ForTune, covo di brillanti menti che lavorano tra Reggio-Emilia e Milano, nelle persone di Francesco Tassi, Rossella Pivanti e Gabriele Del Monte tra gli altri. Nel luglio del 2019 ForTune ha pubblicato il primo branded podcast nel settore automotive in Italia Prime Svolte per Mini BMW, brand creativo e all’avanguardia. Il progetto fa parte della campagna pubblicitaria per il lancio di nuove auto elettriche. Obiettivo è quello di rompere le ancora presenti resistenze alle vetture elettriche, alimentate da stereotipi di vario genere, tramite la voce di persone vere che raccontano esperienze vere e personali. Esperienze che in apparenza sembrano non centrare niente con l’acquisto di un’auto elettrica.

In sette puntate Prime Svolte affronta le prime volte di persone reali: dal primo viaggio da solo all’appuntamento a cui non si voleva andare, dalla prima compagnia di amici al fare il primo passo. Ogni puntata, dunque, parla di storie in cui timidezza, incertezza, paura vengono superate con fatica, sudore, coraggio, amore. La voce di un narratore presenta il tema a lo accompagna attraverso salti spaziali e temporali, citazioni, discorsi motivazionali e sprazzi di sano umorismo. Ma la vera voce del podcast è la gente comune, una voce autentica, sincera, a volte divertente, che narra la propria esperienza in totale libertà emotiva.
Nella sesta puntata La mia sfida più difficile, per esempio, il narratore ci invita a cambiare la nostra vita se questa non ci piace, a mettersi alla prova, a non stare fermi. Lo fa citando il campione di tennis Agassi raccontando il suo modo di affrontare i suoi problemi fisici patologici durante una partita. Ma la vera chicca è la storia di Andrea Luna, una ragazza amante dell’astronomia che, al momento di iniziare l’università, sceglie un’altra facoltà in quanto non si sente all’altezza dello studio della sua più grande passione. Dopo tre anni però decide di dare una svolta alla propria vita, si iscrive ad astronomia e riesce addirittura a vincere un ambito dottorato in South Carolina. Una storia che in apparenza può sembrare in qualche modo banale, una storia fra tante, ma che tiene incollate le cuffie alle orecchie nella modalità vera e sincera in cui è raccontata. Una storia raccontata dalla protagonista stessa e che assume forza nel momento in cui ci rendiamo conto che la ragazza che parla potremmo essere noi. Un invito al movimento, al provarci, a credere nei nostri sogni e a farli accadere.

In massimo 15 minuti attraverso l’utilizzo di voce narrante, mini interviste a persone comuni, un racconto di una esperienza vera, musiche ad hoc, il tutto unito tramite un finissimo ed efficace lavoro di montaggio audio, Prime Svolte crea impliciti parallelismi emozionali tra le prime volte raccontate e l’esperienza dell’auto elettrica. Il mio primo viaggio da solo diventa la prima acquisizione di autonomia che ti dà l’acquisto di un’auto. L’appuntamento a cui non volevo andare diventa il superamento delle resistenze date dall’incertezza ingiustificata del “boh, forse non fa per me”. La mia paura più grande diventa il superamento della paura di sbagliare. Fare il primo passo diventa la CallToAction finale del podcast: fai il primo passo, vai oltre i pregiudizi, prova l’auto elettrica e poi potrai decidere. E le statistiche di Mini BMW dicono che la grande maggioranza di coloro che provano l’auto elettrica alla fine la comprano.

Il branded podcast, dunque, è tutto fuorché un informercial. È una nuova forma di marketing ad alto potenziale ma non invasiva. È movimento (non ha caso la MINI Electric doterà le sue nuove auto di sistema integrato per l’ascolto dei podcast), è legame emotivo, è coinvolgimento. L’ascoltatore, grazie alla semplicità del mezzo audio, e alla mancanza del video, partecipa attivamente con la sua immaginazione al completamento della storia attraverso i valori comunicatigli. E in questo modo si sente profondamente vicino e fedele a chi gliel’ha proposta.

Potete ascoltare Prime Svolte di ForTune per MINI Electric su tutte le piattaforme digitali di streaming audio e podcast > LINK

 

Il consiglio

Seven o’Clock di Federica Ongis

“SEVEN O’CLOCK è lo show che, con l’arma della filosofia, si avventura nella mente umana, a caccia di ciò che si nasconde dietro le nostre decisioni. Penso alle 7 (am), registro alle 7 (pm), mentre TU, puoi ascoltarmi quando VUOI!” > LINK

Avrei qualcosa da dire show di Maria Chiara Virgili

“Una vita intera di risposte brillanti e sarcastiche venute in mente quando ormai era troppo tardi … poi ho preso appunti e ci ho fatto un podcast! Avrei qualcosa da dire Show è un podcast comico, e non solo, nato senza pretese e senza peli sulla lingua. Avvertenze: Contiene attimi di lucida comicità sapientemente estratti dalla mia vita quotidiana. Ascoltare con cautela!” > LINK