Condividi:

Tiziano Ferro – Accetto Miracoli: leggi la recensione!
Accetto miracoli; accetto che questa vita se la stringo forte tra le mani si dissolve. Riconosco che sono forte, ma che non sono invincibile; che in questa vita da soli non ci si salva e che in due questa stessa vita forse fa un po’ meno paura. Fermo agli ostacoli, respiro, non sono solo; riconosco la paura, la affronto, non la lascio vincere. In tutti questi anni ho imparato che ogni caduta porta con sè un piccolo germoglio di resurrezione e che ogni ostacolo, in realtà, è soltanto una nuova opportunità.

 

«Nasce dal colore di una rosa appassita un’altra vita. Poche idee o sempre le stesse; prometto: basta promesse. E ho cambiato, e ho cambiato, e anche se fosse l’ultima fermata lascio la mia vita molto meglio di come l’ho trovata, di come l’hai lasciata».

Così, con delicatezza e disarmante consapevolezza, Tiziano Ferro ci dona la chiave per entrare nel suo piccolo mondo, un mondo in cui possiamo incontrare un uomo come tanti altri che ha scelto di mostrarsi senza filtri, con le sue paure, le sue fragilità ma anche con tutta la sua forza ed i suoi sorrisi migliori.
Accetto Miracoli” è il suo nuovo singolo, secondo estratto dall’omonimo album atteso per il 22 novembre 2019 su etichetta Virgin Records (Universal Music Italia).

Prodotta ancora una volta da Timbaland, si tratta di una ballad intensa e struggente che «prende in esame il rapporto con il proprio destino – chiosa Tiziano Ferro – parlando dell’argomento in maniera aperta, senza una connotazione necessariamente religiosa: a volte dobbiamo essere capaci di consegnarci al nostro destino, senza forzarne l’andamento, e quando ci affidiamo a quello che ognuno di noi chiama come vuole – Dio, Universo, Potere Superiore – poi le cose vanno molto bene; i miracoli accadono». Fidarsi, amarsi, mollare la presa… perchè il vero miracolo è rimanere se stessi!

tiziano ferro accetto miracoli

La voce di Tiziano è empatica: più la isoli dal contesto melodico-armonico circostante, più ti entra dentro.

Ed è proprio la voce del cantante di Latina la protagonista di “Accetto Miracoli”, che si caratterizza per un arrangiamento minimale che vede per l’appunto la voce di Tiziano stretta nell’abbraccio del pianoforte, e degli archi nella parte finale.

“Cosa ti lascio di me? E di te io cosa prendo?”. Una canzone, un tatuaggio, una lacrima… Scelgo, tengo, custodisco tutto ciò che, chiudendo gli occhi, diventa presenza. Ed allora non ci sarà più spazio per le assenze. Questo è il piccolo miracolo che la musica realizza ogni giorno: non farci sentire mai soli!

tiziano ferro accetto miracoli 

Tiziano Ferro – Accetto Miracoli
(TESTO)

Non mi toccare perché ti odio.
Non cancellarmi perché ho bisogno
di rimanerti in testa il tempo di sfatare il sogno.
E riderò finché non passa.

E ti capisco perché è la stessa malinconia

di quando tutto torna e niente resta.

Cosa ti lascio di me?

E di te cosa prendo?

Prendo un tatuaggio,

prendo quella sera,
prendo questa lacrima.
E cosa mi lasci di te?

E di me tu cosa prendi?
Scegli una canzone,

scegli il mio silenzio,
scelgo di non rivederti.

Nasce dal colore di una rosa appassita un’altra vita,
poche idee o sempre le stesse; prometto: basta promesse.
E ho cambiato, e ho cambiato, e anche fosse l’ultima fermata
lascio la mia vita molto meglio di come l’ho trovata.

Fermo agli ostacoli,
accetto miracoli.

Andiamo altrove e torneremo.
Non ti ho mai avuto
e tu nemmeno.
Non temi neanche e
io spero ti perdoni lui almeno.
Lo avevo già previsto, le conseguenze sono tue.
Ti avevo avvisato, per l’ultima volta
e con questa sono due.

Nasce dal colore di una rosa appassita un’altra vita,
poche idee o sempre le stesse; prometto: basta promesse.
E ho cambiato, e ho cambiato, e anche fosse l’ultima fermata
lascio la mia vita molto meglio di come l’ho trovata,

di come l’hai lasciata,
di come l’hai lasciata.

E con tutto ciò che ho visto

è difficile capire se esisto
e nonostante tutto ora mi guardo
e poi mi chiedo dove vai.

Fermo agli ostacoli,
accetto miracoli.

 Tiziano Ferro – Tour 2020

30.05 Lignano Sabbiadoro, Stadio Comunale G. Teghil

05.06 Milano, Stadio San Siro

06.06 Milano, Stadio San Siro

11.06 Torino, Stadio Olimpico

14.06 Padova, Stadio Euganeo

17.06 Firenze, Stadio Artemio Franchi

20.06 Ancona, Stadio del Conero

24.06 Napoli, Stadio San Paolo

27.06 Messina, Stadio San Filippo

03.07 Bari, Stadio San Nicola

07.07 Modena, Stadio Braglia

11.07 Cagliari, Arena Fiera

15.07 Roma, Stadio Olimpico